loading
18
Mag
olive taggiasche l'eccelenza Ligure in tavola

OLIVE TAGGIASCHE

OLIVE TAGGIASCHE: L’ECCELLENZA LIGURE IN TAVOLA

La denominazione oliva taggiasca deriva dal nome della città di Taggia, in provincia di Imperia, dove fu introdotta, per la prima volta, dai monaci francesi dell’ordine dei Colombani, provenienti dal monastero di Lerino, in Provenza.

Nei secoli gli innesti furono diffusi in tutta Italia, ma la coltivazione maggiore e dalla migliore resa è sempre rimasta nella provincia di Imperia (Riviera dei Fiori).

L’oliva taggiasca risulta essere una delle migliori olive presenti sul mercato, oltre ad essere una delle più rinomate per la produzione di olio extravergine, considerato tra i migliori oli da cucina: leggero, con un sapore delicato ed un tasso di acidità molto ridotto.

L’olio extra vergine “Riviera ligure DOP”, prodotto con il 90% di olive taggiasche, è impiegato anche nelle miscele, per “tagliare” altri oli e conferire loro un tocco elegante. Si utilizza in gastronomia in molti dei piatti liguri, a base sia di carne sia di pesce, in particolare negli umidi.

Il frutto maturo dell’oliva taggiasca, di colore nero-viola è piccolo, ma molto carnoso e gustosissimo, dall’odore e dal sapore di fruttato maturo, con una sensazione decisa di dolce, una sfumatura di piccante e sentori di mandorla e pinolo.

L’oliva taggiasca, dal gusto armonico, trova largo utilizzo sia consumata al naturale (a crudo, in salamoia o sott’olio) che in cucina, per dare sempre quel tocco in più che conquista il palato e soddisfa anche le papille gustative più esigenti.

Le olive taggiasche, inoltre, mantengono bene il calore e quindi non rischiano di perdere le loro proprietà durante la cottura.

Dal punto di vista organolettico, le olive sono un alimento ad elevato contenuto in lipidi energetici complessi, i cosiddetti trigliceridi. Apportano anche lipidi non energetici, costituiti da elementi con svariate funzioni metaboliche, ma che sono accomunati dall’elevato potere antiossidante. Alcuni di questi elementi svolgono un ruolo essenziale nella riduzione del colesterolo e di conseguenza delle malattie cardiovascolari.

L’olio di oliva, se ottenuto da frutto sano e maturo, è l’unico olio vegetale consumato tale e quale nella alimentazione umana ed a ragione può considerarsi, dal punto di vista bio-fisiologico ed anche organolettico, il grasso migliore fra quelli utilizzati dall’uomo ed è senz’altro il più assimilabile e digeribile.

follow us:

Facebook: pizzeriaprimitiva

Instagram: pastamadre.pizzeria.primitiva

Comments ( 0 )
Top